Provvedimento disciplinare contro una dipendente: sospesa dal servizio e 10 giorni senza stipendio

consiglio-29.10.03_TTT-02

Vista la nota della Segreteria Generale DATO ATTO…, ACQUISITO….VISTO…RITENUTO….PRESO ATTO….RITENUTA LA PROPRIA COMPETENZA ecc. DETERMINA DI PRENDERE ATTO….DI DARE ESECUZIONE…DI DARE ATTO….DI NOTIFICARE….DI TRASMETTERE…DI ATTESTARE…DI DARE ATTO…in poche parole la dipendente si becca 10 giorni di sospensione dal lavoro con decurtazione dello stipendio. L’episodio non ha precedenti, almeno negli ultimi 20 anni di vita amministrativa del Comune di Formia.

Chi ha ragione, la dipendente o la Segretaria? E di cosa si sarebbe resa responsabile la dipendente? A quel che dice “radio scarpa” la dipendente avrebbe ragione: non si sarebbe prestata a chiudere il classico occhio sulla richiesta di una residenza fittizia. Se le cose stanno così la scivolata è seria e porta male!

7 Responses to "Provvedimento disciplinare contro una dipendente: sospesa dal servizio e 10 giorni senza stipendio"

  1. puzzola  28 luglio 2014 at 09:14

    beh sembra alquanto strano che non ci sia stato alcun commento a tale articolo . so che mai nessuno leggera tale commento ed un po forse mi spiace. da dove vogliamo partire?
    Io direi di iniziare dalla foto… ma quanto riuscite ad essere ridicoli? e non venitemi a dire che la foto l’avete scelta casualmente !!!
    di una cosa sono stracerta che la vecchia amministrazione avesse delle falle era evidente ma che questa ne abbia di maggiori E’ ORMAI CHIARO .
    che si prodighi a tali commenti a favore di chi poi?
    1- vorrei tanto chiedere a chi ha scritto l’articolo cosa ne sa di tale vicenda?????
    2- vorrei tanto chiedere a chi dovrebbe difendere i diritti dei piu deboli, dei minori soprattutto, POICHE’ cosi come me che sono un medico, HA FATTO UN GIURAMENTO , IL GIORNO IN CUI SI E’ LAUREATO E NE HA FATTO ANCORA UNO , QUANDO SI E’ SPECIALIZZATO IN NEUROPSICHIATRIA INFANTILE …. PERCHE’ PERMETTE CIO’??? LUI il nostro SINDACO …dovrebbe essere “super partes “..
    dovrebbe dare l’esempio …
    E MI MERAVIGLIA NON POCO CHE ESSENDO A CONOSCENZA DELLA SITUAZIONE DESCRITTA IN TALE ARTICOLO PERMETTA CIO’ .
    E’ INCOMPRENSIBILE CHE SI PUBBLICHINO TALI ARTICOLI DA INFORMAZIONI ASSUNTE DA RADIO SCARPA, DENIGRANDO DIRIGENTI DI TUTTO RISPETTO CHE TANTO SI BATTONO PER LA LEGALITA’ E LA GIUSTIZIA E NON SI SCHIERANO DA NESSUNA DELLE PARTI!!!!
    MI PERMETTO DI PARLARE NON PER INFORMAZIONI RICEVUTE DA TERZI !!!MA E SOPRATTUTTO POICHE’ SONO PARTE IN CAUSA IN TALE PROVVEDIMENTO
    IO ED I MIEI DUE BIMBI DI 6 E 8 ANNI OGGI , MA VISTO CHE IL TUTTO E’ INIZIATO NEL 2010 FATEVI UN PO I CONTI !!!!
    E COMUNQUE QUESTO E’ SOLO L’INIZIO , CONTINUA A MERAVIGLIARMI COME COLUI CHE DOVREBBE BATTERSI PER LA LEGALITA’ E LA GIUSTIZIA ESSENDO A COPNOSCENZA DEI SOPRUSI, DEGLI ABUSI D’UFFICIO DELLA VIOLENZA PRIVATA ECC ECC DI TUTTE LE DENUNCE RELATIVE ALL’ACCADUTO PRESSO AL PROCURA DELLA REPUBBLICA PERMETTA PER DI PIU’ SUL SITO DEL SUO PARTITO CHE VENGA SBEFFEGGIATA UNA DELLE SUE MIGLIORI COLLABORATRICI , UN DIRIGENTE CHE VENUTO A CONOSCENZA DELLA SITUAZIONE SI E’ BATTUTO PER LA LEGALITA’ , MI SPIACE SINDACO , IMMAGINO CHE LEI IN QUESTO MOMENTO ABBIA ALTRI “PENSIERI” …
    MA NON AVREBBE DOVUTO PERMETTERE TUTTO QUESTO
    DOTT.SSA CATERINA NOCELLA

  2. puzzola  28 luglio 2014 at 09:18

    PERCHE’ L’ARTICOLO NON E’ FIRMATO????

  3. puzzola  28 luglio 2014 at 09:37

    CHI HA SCRITTO L’ARTICOLO HA IDEA DI QUANTE DENUNCE HA TALE DIPENDENTE PER AVER ARRECATO DANNO ALL’UTENTE? CERTIFICATO E NON A CHIACCHIERE

  4. pdformia  28 luglio 2014 at 10:48

    Prendiamo atto dai commenti espressi che la protagonista della vicenda che avrebbe provocato il provvedimento nei confronti della dirigente dell’Anagrafe è la dott.ssa Caterina Nocella. Sorvoliamo sulle considerazioni espresse nei confronti del Sindaco, sul PD e sull’articolo pubblicato, da considerarsi opinioni personali, ci preme chiarire gli aspetti sostanziali della vicenda. Innanzitutto i fatti sono stati espressi in chiave dubitativa e con i verbi al condizionale. Dunque abbiamo lasciato ampio margine alle eventuali giuste ragioni che hanno spinto la Segretaria ad assumere il provvedimento. Naturalmente non saremo noi a chiarire quanto accaduto e dunque non ci interessa entrare nel merito della vicenda. Piuttosto, abbiamo voluto riprendere il caso per il solo fatto che nel Comune di Formia ci sono Dirigenti nei cui riguardi , pur in presenza di numerose contestazioni da parte dei cittadini, non è mai stato adottato alcun provvedimento. E di fatti gravi proprio a carico dei Dirigenti, come è noto, sono piene le cronache quotidiane e sarà un bel problema mandare avanti l’amministrazione qualora dovessero essere rinviati a giudizio. Pertanto quei provvedimenti sull’Anagrafe, a prescindere dalle persone coinvolte, ci apparivano decisamente sproporzionati. Tutto quì.
    Francesco Carta

  5. puzzola  28 luglio 2014 at 12:43

    caro dott.Carta se non si e’ a conoscenza dei fatti sarebbe meglio tacere ed aspettare che la vicenda venga trattata in sedi piu opportune , i verbi seppur al condizionale lasciano intendere che ci possa essere stato uno sbaglio da parte della dottoressa Lecora , cosa assolutamente falsa . dott. carta lei ha elencato tutta una serie di verbi ed avverbi usati dalla segretaria nel provvedimento ma non si e’ preoccupato di andare a visionare tutto il fascicolo. se solo lo avesse letto non avrebbe pubblicato cio’ . la persona in questione non e’ un dirigente ma un funzionario dell’ufficio anagrafe ! ha detto bene l’episodio non ha precedenti , non perche non siano mai accaduti tali eventi …. si chieda lei il perche’ . e se non sono stati adottati provvedimenti da chi dipende? dal singolo cittadino ? non credo , siete voi che sedete nella stanza dei bottoni… noi abbiamo vi abbiamo solo dato la possibilita’ di starci in quella stanza con il nostro voto e non cvredo di non poter esprimere il mio disappunto su tale vicenda di cui tutti sapevano soprattutto il Sindaco e mai nessun articolo e’ venuto fuori !!! bisognava toccare un dipendente comunale? il singolo cittadino e due minori non hanno diritti!!! MI VERGOGNO DI VIVERE IN QUESTA CITTA’
    caro dott. Carta non tutti hanno le possibilita’ economiche, la forza d’animo ed una famiglia alle spalle per poter affrontare tali battaglie , tra le altre cose ASSOLUTAMENTE PRIVATE , IN CUI IL COMUNE DI FORMIA E TUTTA LA SUA MACCHINA AMMINISTRATIVA DAVREBBE FATTO MEGLIO A STARNE FUORI .CI SONO ORGANI ED ISTITUZIONI PREPOSTE PER TALI SITUAZIONI. NEL SUO ARTICOLO LA COSA CHE APPARE EVIDENTE E’ CHE LEI NON LO HA NEANCHE LETTO IL PROVVEDIMENTO DOVE E’ PALESE OGNI FORMA DI ABUSO ,DOVE SONO STATE FATTE DUE ORDINANZE A DISTANZA DI POCO TEMPO IN CUI IO RISIEDEVO PRIMA IN UN LUOGO E POI MI VIENE DETTO CI SCUSI CI SIAMO SBAGLIATI LEI E’ RESIDENTE ….. MA PER CORTESIA … GLI AVVOCATI HANNO UN COSTO ED IO MI TROVO AD AFFRONTARE DELLE SPESE LEGALI A CAUSA DI UN ABUSO DEL COMUNE DI FORMIA…A CUI NESSUNO HA FATTO CASO NONOSTANTE LE NUMEROSE DENUNCE … PERO’ SE SI TOCCAUN DIPENDENTE COMUNALE AHHH ALLORTA SI PARLA DI SCIVOLATE … NON C’E’ UNA PAROLA A FAVORE DI CHI HA EMESSO TALE PROVVEDIMENTO MA SI PARLA DI SCIVOLATE…

  6. puzzola  28 luglio 2014 at 12:45

    E PER CORTESIA FINIAMOLA CON QUESTA POLEMICA DA POPOLINO …. BASTA! TANTO STANNO VENENDO FUORI LE SCIVOLATE …. SAREBBE STATO DIGNITOSO QUANTOMENO ASCOLTARE LA SEGRETARIA PRIMA DI ATTACCARLA …

  7. puzzola  28 luglio 2014 at 12:54

    SE NON VI INTERESSAVA ENTRARE NEL MERITO DELLA VICENDA POTEVATE STARNE FUORI L’ARTICOLO E’ ALQUANTO UNILATERALE…. UN MIO COLLEGA PER AVER RISPOSTO AD UN PAZIENTE .”MA COSA VUOLE DA ME OGGI NON E’ GIORNO DI VISITA TORNI UN ALTRO GIORNO ” E’ STATO SOSPESO DAL SERVIZIO PER TRE MESI SENZA STIPENDIO. E IL PZ NON IN PERICOLO DI VITA HA AVUTO COME DANNO ,SOLO QUELLO DI DOVER TORNARE A VISITA DOPO TRE GG . PERCHE’ A VOI TALE PROVVEDIMENTO SEMBRA TANTO ASSURDO??? SIAMO NELLO STESSO PAESE? O VOI VIVETE ALTROVE ? LORO SONO THE UNTOUCHABLES!!!!

You must be logged in to post a comment Login