RIANNODARE I FILI E RIPARTIRE (Comunicato del Partito Democratico – di Clide Rak)

24899914_10155841946617310_7214367228791948538_n

Formia 6 Dicembre 2017
A quasi un anno dalla decisione, sofferta e dettata dalla necessità di evitare un commissariamento prefettizio, di continuare il mandato amministrativo con una giunta tecnica del Sindaco ed un appoggio in consiglio comunale da parte dei consiglieri di Forza Italia, il Sindaco Bartolomeo si è visto costretto a dare le dimissioni per la mancanza di suddetto appoggio. Certo nessuno si era illuso di poter portare a termine nell’ultimo anno di mandato progetti ambiziosi, basi del programma elettorale con cui questa eterogenea maggioranza era arrivata a vincere le elezioni del 2013; troppo marcate e profonde erano, e sono, le differenze ideologiche per poter resistere oltre.
Non possiamo che ringraziare il Sindaco Dr. Sandro Bartolomeo per la pazienza e determinazione dimostrata in quest’ultimo e difficile mandato, nonché per l’impegno profuso in tanti anni per la città di Formia, un impegno che assieme a quello di molti cittadini, associazioni, categorie economiche ha contribuito a far progredire la nostra città, con risultati oggi tangibili ed innegabili. In egual modo ringraziamo il capogruppo Ernesto Schiano e tutti i consiglieri comunali del Partito Democratico che, fino all’ultimo, hanno mantenuto la loro unità e identità, facendosi portavoce del proprio partito di riferimento, ma comunque con uno sforzo immane di fronte ad una maggioranza variegata e di difficile gestione.
E’ arrivato il momento di voltare pagina, di partire dai temi e questioni rimasti irrisolti e, soprattutto dalla città e dalle sue nuove e vecchie esigenze.
La crisi idrica, partita nei mesi estivi e non ancora purtroppo risolta, ha evidenziato la fragilità del nostro sistema idrico e manutentivo nonché la consapevolezza dell’improrogabilità di una gestione pubblica delle risorgive e della distribuzione idrica. Non solo, ha evidenziato anche come imprescindibili sono oggi i legami fra i comuni del comprensorio per un corretto sviluppo del territorio, che parta dalle sue risorse e potenzialità.
Risultati importanti quali l’Ospedale del Golfo (75 milioni di euro), la cui realizzazione ed avvio di programma saranno tra pochi giorni ufficializzati dal Ministero per la Salute e dalla Regione Lazio, la Formia Rifiuti Zero con il suo 70% di differenziata raggiunto, la nuova formulazione di un Piano Regolatore Generale che elimina la speculazione ai danni delle ultime aree di pregio delle colline e che si basa sulla perequazione (premessa indispensabile per l’equità tra i cittadini ed un corretto sviluppo della città), ma anche due biblioteche per bambini in quartieri popolari, il recupero e la valorizzazione dei siti archeologici, tali risultati non possono essere semplicemente abbandonati o dimenticati. Ma non sono sufficienti per portare avanti il disegno di città che Formia ed i suoi cittadini meritano.
La riqualificazione delle aree dismesse, un Piano Urbano del Traffico che finalmente consenta una circolazione sostenibile ed una mobilità alternativa, una soluzione definitiva alla portualità, turistica e commerciale, un supporto reale alle imprese del territorio ed alla loro capacità di offerta lavorativa: sono questi i temi da cui ripartire, è questa la sfida per il futuro che Formia deve affrontare, senza sterili polemiche sul passato ma solo con analisi costruttive e confronti diretti con, per e nella città.
Partito Democratico di Formia
La Coordinatrice Cittadina
Clide Rak

You must be logged in to post a comment Login